sabato 12 dicembre 2015

*Tagliatelle con clementine e formaggi*

Hola tesori :)
Ogni anno per il cenone di Natale cerco di proporre ai miei familiari dei primi piatti d'effetto,quest'anno proporrò questo ''piatto'' che di piatto non ha nulla....state pensando ''ma questa è pazza'',vero?

Servirò questa pietanza nei calici....d'effetto e lascerà sicuramente i miei familiari a bocca aperta....

ho usato uno degli ingredienti che mi fa pensare subito al Natale e che non è molto utilizzato nelle ricette salate....ma lo sapete,amo fare esperimenti....

Quale sarà l'ingrediente improbabile per questo primo piatto?

Le clementine!
Sì,avete letto bene....non siate scettici,vi assicuro che sono uno spettacolo :)


Vi ho incuriosito,vero?
Vediamo che ingredienti ho usato per 3 calici:
250 gr tagliatelle Maffei;
3 clementine;
un pizzico di noce moscata (se volete un sapore più intenso 1 cucchiaino pieno);
60 gr burro;
100 gr groviera;
100 gr formaggio gauda;

Procedimento:

Iniziamo a succiare le clementine e a tagliare i formaggi a cubetti;

Mettiamo a sciogliere il burro su un pentolino e aggiungiamo gli spicchi di clementine tagliati a metà e cuociamo per circa 5 minuti,dopodichè li schiacciamo aiutandoci con una forchetta.


Aggiungiamo la noce moscata e cuociamo per altri due minuti;
Nel frattempo portiamo a bollore dell'acqua salata e versiamo le nostre tagliatelle Maffei;


Mentre le tagliatelle cuociono (ci vorranno circa 4/5 minuti),aggiungiamo i nostri formaggi a cubetti nel pentolino delle clementine e facciamo cuocere fino a quando non diventerà una crema liscia ed omogenea :)



Io ho aggiunto una spruzzata di prezzemolo tritato.

Ora scoliamo le tagliatelle Maffei e buttiamole nel condimento mescolando il tutto per bene...

Prendiamo i calici,e,con l'aiuto di una forchetta ed un cucchiaio,versiamo le tagliatelle nei calici...

Per rendere più bello il tutto,ho decorato con due spicchi di clementine :)


Sperando che questa ricetta vi sia piaciuta,vi mando un grosso bacio e alla prossima ricetta :*



Nessun commento:

Posta un commento